Movimento ed equilibrio

Percezioni dirette e indirette dal corpo e dagli oggetti

 

Zanzare, biciclette e pianeti sono sullo stesso piano per uno scienziato: si muovono seguendo le stesse equazioni. Ma per il soggetto, e specialmente per un bambino, c’è un oggetto e un sistema di riferimento che viene prima degli altri: il proprio corpo.

È dalle sensazioni corporee, e dall’interazione del corpo con gli oggetti circostanti, che nascono quelle idee di spazio, forza, velocità che poi fonderanno la descrizione fisica del mondo.

Cercare di muovere gli oggetti su un piano in gommapiuma ricorda la fatica di una marcia nella sabbia e suggerisce il concetto di attrito. Imitare una sfera che rotola lungo superfici sempre più inclinate, o confrontare il peso del proprio corpo sulla leva di una bilancia, possono fornire una via d’accesso a concetti astratti come l’angolo, la massa e la gravitazione.

 

In questo percorso: 
Il corpo come sistema di riferimento nel mondo
Comportamento nello spazio di oggetti con forme diverse
Il movimento negli animali e nell’uomo
 

 

Durata:
90 min.
 
Dove:
al Centro Img e nelle scuole (parzialmente)
 
Età:
Scuola dell'Infanzia
 
Consigliato anche per disabili motori, non udenti e non vedenti

 

 

Powered by ExtStore Advanced Portfolio