Suonare per scienza

Esperienze ed indagini sulla natura del suono

 

Indovinare la sorgente di un rumore conosciuto è un compito facile, ma come prevedere che suono farà un oggetto lasciato cadere, o colpito da una goccia d’acqua? Per questo sarà necessaria una metodica e affascinante sperimentazione. I suoni possono riflettersi e focalizzarsi se incontrano ostacoli di forme particolari, come ben sanno i costruttori di teatri e auditorium. Ma possono viaggiare anche in un tubo (e non li fermerà un nodo!), o attraverso il legno, o far schizzare via una pallina se le si accosta un diapason.

Da questo forse si potrà intuire che i suoni sono vibrazioni longitudinali, e generarne di diversi timbri e frequenze agendo opportunamente su una corda tesa.

Così, quasi senza accorgercene, siamo arrivati alle soglie della musica: al Centro IMG basta allungare le mani per suonare un pianoforte invisibile.

 

In questo percorso: 
Percezione uditiva e tattile del suono
Interazioni tra gli oggetti e il
suono
L'onda sonora e le sue componenti principali
Il suono e le note nell’aria e negli oggetti
Riflessioni sul suono e sulla possibilità di modularlo con il corpo
 

 

Durata:
90 min.
 
Dove:
al Centro Img e nelle Scuole 
 
Età:
Scuola Primaria
 
Consigliato anche per disabili motori, non udenti e non vedenti
Powered by ExtStore Advanced Portfolio